L'attività

La produzione

Premi e Riconoscimenti

Vincitrice dei Concorsi:

  • Apeparchi  2007 - Mieli dei Parchi d'Italia
  • TRE GOCCE D'ORO 2001 - Grandi Mieli d'Italia

Azienda aderente al Marchio "Sapore di Campania"


La storia dell'imprenditrice Adriana Ferrigno raccontata nel libro "Di lava e d'acciaio" di Francesca Vitelli.

 

Polline

Il polline si presenta sottoforma di microscopici granuli racchiusi nelle antere degli stami dei fiori.

I granuli di polline costituiscono l’elemento maschile del fiore, infatti l’ape contribuisce all’impollinazione (fecondazione) di oltre l’80% delle specie di piante.

Il polline, ricco di Sali minerali e di vitamine B-C-E, è per l’ape un super-alimento, indispensabile per la formazione dell’organismo e per la produzione di pappa reale. Il polline abbassa il colesterolo e 30g al giorno di polline coprono il fabbisogno proteico di un adulto.

In 100g di polline ci sono tanti amminoacidi quanti ne contengono 500g di carne o 7 uova.

Il polline è ottimo contro l’invecchiamento delle cellule, e se ne consiglia un consumo quotidiano, unito alla frutta o al miele.

È un ottimo ricostituente generale per l’organismo, e al tempo stesso non fa ingrassare, perché l’aumento dell’appetito è controbilanciato dal miglioramento dello stato generale dell’organismo. Ne trova così giovamento sia l’attività intellettuale che fisica, e si riesce a combattere gli stati di ansia e di depressione.

Il polline fresco è più digeribile. Esso contiene citoplasma, ottimo elemento per gli intestini, ed è ricco di fermenti lattici vivi.

Le allergie al polline sono causate dai pollini volatili (o anche chiamati polvere di polline o anemofili). Il polline di pino è la principale causa di allergie.

Il polline delle api non è il polline volatile, ed è chiamato entomofilo e solo 1 individuo su 1000 risulta sensibile a tale polline.

Le varietà di polline più conosciute sono:

  • Polline di Salice: ottimo per la fecondità e per la prostata, per la retina e per il cristallino dell’occhio e per l’invecchiamento.
  • Polline di Papavero: agisce sul sistema nervoso e sull’umore.
  • Polline di Cisto: è il più diffuso, ed è uno dei fiori più ricco di polline.
  • Polline di Castagno: Indicato per l’osteoporosi, per l’apparato cardiovascolare e per l’intestino.
  • Polline di Erica: utile per la memoria, e per emorroidi, varici, colesterolo e intestino (è ricco di rutina).