Aspromiele

Concorso Mieli Tipici Piemontesi 2018. Si parte!!

(10 settembre 2018)

Aspromiele invita gli apicoltori a proporre il proprio miele per il concorso "Mieli Tipici Piemontesi Franco Marletto", giunto alla 20° edizione.
Si tratta del maggiore concorso di miele piemontese, il numero di campioni presentato è in continua crescita e la competizione sempre più stimolante e avvincente (nel 2017 i campioni presentati sono stati circa 200).
Le premiazioni avverranno a Oleggio (NO) in occasione del Convegno annuale di Aspromiele che si svolgerà in autunno (pubblicheremo entro breve il programma definitivo).
Il miele sarà giudicato da una giuria di esperti in analisi sensoriale, iscritti all'Albo Nazionale. Oltre questa valutazione, sensoriale e organolettica, verranno analizzati l'umidità e il contenuto di Hmf (Idrossimetilfurfurale), dati molto importanti perché fotografano la "freschezza del miele" e la sua conservabilità.
Per ogni miele verrà redatto un giudizio che, corredato delle analisi, sarà inviato al produttore.
Il concorso è aperto a tutti, sia professionisti che amatoriali.
Il miele dovrà essere di produzione 2018. La consegna dei campioni dovrà avvenire entro il 30 settembre.
Per maggiorni informazioni contattare il tecnico di zona.

Al via le domande per chiedere contributi sulle attrezzature e sul nomadismo

(06 settembre 2018)

Scade il 15 gennaio 2019 alle ore 23.59 la possibilità di presentare domanda di contributo per l’acquisto di attrezzature volte alla lavorazione, al confezionamento, alla conservazione dei prodotti apistici nonché all’acquisto di macchine, attrezzature e materiali specifici per l’esercizio del nomadismo.
La Regione Piemonte, dando attuazione ad alcune misure del Reg. Ue 1308-2013, rende disponibili per le aziende apistiche piemontesi 193.000 euro.
Il contributo è pari al 50% della spesa sostenuta.
Maggiori informazioni nel testo del bando e dai tecnici di zona.

Scarica bando

Vespa velutina in Piemonte: segnalata la presenza ad Ormea (CN)

(03 settembre 2018)

Il Calabrone asiatico è stato avvistato nuovamente in Piemonte, non soltanto nel Monregalese dove la sua presenza continua ad essere confermata e monitorata, ma questa volta anche in alta val Tanaro, precisamente ad Ormea, sempre in provincia di Cuneo, a pochi km dall’entroterra savonese.
La segnalazione è giunta il 31 agosto da un’apicoltrice che ha notato due individui in predazione davanti agli alveari, catturandone uno. Si presume la presenza di uno o più nidi nell’area interessata. Gli apicoltori della zona sono già stati contattati al fine di potenziare la rete di monitoraggio tuttora presente nel Cuneese. Invitiamo a continuare il trappolaggio con le bottiglie (esca a base di birra) fino all’autunno e a prestare attenzione davanti agli alveari contattando i tecnici di zona in caso di avvistamenti o dubbi.

 

Concorso Fotografico “Ape, mieli. Biodiversità con gusto”

(01 settembre 2018)

Anche quest’anno, l’Osservatorio Nazionale Miele ha bandito il concorso fotografico “Ape, mieli. Biodiversità con gusto”.
Il concorso, destinato a tutti gli appassionati di fotografia, di apicoltura e di ambiente, ha come obiettivo la valorizzazione della molteplicità e qualità dei mieli di produzione italiana e il ruolo che l’ape svolge per l’ecosistema.

Nuovo furto di alveari nell’Astigiano

(22 agosto 2018)


In questi giorni, è pervenuta ai nostri tecnici la segnalazione di un ennesimo e vergognoso furto di alveari completi di melario nel Comune di Isola d’Asti. Anche questa volta si tratta di un danno di grandi dimensioni; sono state, infatti, trafugate 44 casse con i relativi melari, per un totale di 62. Il fatto è avvenuto tra la fine del mese di luglio e l’inizio di agosto. L'azienda coinvolta ha avviato le normali prassi di informazione e denuncia presso le forze dell’ordine e tutti gli strumenti e i mezzi a disposizione per individuare i responsabili.

Fine dello spesometro per gli agricoltori con fatturato inferiore ai 7000 euro

(16 agosto 2018)

Finalmente è stata abrogata l'inutile procedura dello spesometro per gli agricoltori in regime di esonero IVA, cioè con fatturato inferiore ai 7000 euro.
Come indicato nel Decreto legge 12 luglio 2018, n. 87 (denominato "Decreto dignità"), trasformato in legge martedì 7 agosto, "a decorrere dal 1° gennaio 2018 sono esonerati dalla comunicazione i soggetti passivi di cui all'articolo 34, comma 6, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633", cioè gli imprenditori agricoli con fatturato inferiore ai 7000 euro.
Per questi agricoltori decade sin da adesso l'obbligo di inviare i dati delle autofatture eventuali, inutile incombenza in vigore sin dal 2013 - (con l'esclusione per il 2018 degli imprenditori in esenzione residenti nei comuni montani).
Invece per tutti gli altri agricoltori peremane l'inutile incombenza, ma cambiano i termini di scadenza per la trasmissione dei dati delle fatture. Chi ha optato per la trasmissione trimestrale ha tempo sino al 28 febbraio 2019 per inviare i dati relativi al terzo trimestre 2018. Per  lo spesometro a cadenza semestrale  i termini sono fissati al 30 settembre per il primo semestre e al 28 febbraio dell'anno successivo per il secondo semestre.

Convenzione Aspromiele-Piana Ricerca e Consulenza

(03 agosto 2018)

Aspromiele, al fine di agevolare sempre di più i propri soci, oltre le convezioni già attivate con alcuni laboratori di smelatura e con il laboratorio di analisi chimiche Floramo, ha attivato una ulteriore convezione con il laboratorio di analisi Piana Ricerca e Consulenza srl, società di servizi specializzata nel campo dell'apicoltura in particolare in analisi polliniche, che vanta un patrimonio di esperienza professionale trentennale.

 

Biomonitoraggio Aspromiele: al via la stagione 2018. I dati del primo trimestre di rilevazioni

(19 luglio 2018)

Prosegue per la stagione corrente il progetto di Biomonitoraggio Ambientale con le api iniziato lo scorso anno da Aspromiele. In questa stagione, il progetto si vede ampliato nella rete di centraline di biomonitoraggio dislocate sul territorio piemontese. Restano in dotazione due postazioni a carico dell’associazione, in collaborazione con la Cooperativa Piemonte miele, una ad Asti Nord (la medesima dello scorso anno) ed una nel sud dell’albese, al confine con la provincia di Asti. Di queste centraline pubblichiamo i primi risultati.

L’ampliamento del progetto è stato possibile grazie al lavoro e alla collaborazione fattiva con più enti ed istituzioni. Infatti, si è avviata una progettualità, di concerto con la Fondazione Agrion e il Settore Fitosanitario della Regione Piemonte, per la gestione di 4 nuove postazioni nei centri sperimentali della Fondazione nei principali comparti agricoli della Regione, frutticolo, orticolo, corilicolo, viticolo e cerealicolo.

Rubati 130 melari a raccolto

(05 giugno 2018)

Purtroppo siamo nuovamente a segnalare un altro furto. Stavolta però gli alveari non sono stati interessati. Questa mattina un apicoltore, con l’intenzione di andare a prelevare i melari su acacia nel comune di Asti, si è trovato una tragica sorpresa: qualcun altro ha fatto il lavoro al posto suo. Da un apiario di 105 alveari sono stati prelevati tutti i melari, 130 unità. Un atto deplorevole che, come tutti i furti, denunciamo a gran voce. È stata fatta formale denuncia alle forze dell’ordine. Se qualcuno avesse visto qualcosa è invitato a comunicarcelo tempestivamente. È nostro dovere oltre che valore proteggere e salvaguardare i lavoratori onesti, e chi subisce danni gravi e perdite economiche come in questo caso.