Notizie

Le organizzazioni degli apicoltori non sottoscrivono la Carta di S.Michele all'Adige

Mieli d'Italia -

 3 giugno 2018

Nel comunicato congiunto, firmato dai rispettivi presidenti di ANAI, FAI e UNAAPI, vengono precisate le ragioni che hanno portato le rappresentanze dell’apicoltura nazionale a non sottoscrivere il documento predisposto da un insieme di “ esponenti della ricerca scientifica e da personalità di rilievo del mondo dell’apicoltura e dell’ambientalismo” indicato quale "La Carta di San Michele all'Adige: Appello per la tutela della biodiversità delle sottospecie autoctone di Apis mellifera Linnaeus, 1758 in Italia".

Il percorso che ha portato alla stesura della "Carta" non ha visto attive condivisioni con le realtà produttive nazionali, né si è avuta una successiva disponibilità ad apportare modifiche e/o integrazioni ai contenuti del documento. Questa impostazione di fatto ha delegittimato, quali interlocutori, i reali e principali detentori del patrimonio apistico nazionale, che non possono passivamente sottoscrivere un documento che, nelle intenzioni dei promotori, è destinato alle “amministrazioni politiche” affinché adottino misure a salvaguardia della biodiversità in apicoltura.

Tutte ottime e positive intenzioni, che si possono tradurre in reali e sostenibili azioni solo se, nella elaborazione dei contenuti, vengono direttamente e attivamente coinvolti coloro che, ad oggi, hanno operato ed operano per salvaguardare del patrimonio apistico nazionale dalle diverse avversità agro-ambientali,sanitarie e commerciali.

Prestito di conduzione anche per l'apicoltura

Aspromiele -

(20 aprile 2018)

Per la prima volta anche l’apicoltura rientra nel bando della Regione Piemonte che sostiene le anticipazioni colturali.

http://www.regione.piemonte.it/cgi-bin/agri/leggi/pub/bando.cgi?id=404&montagna=

Beneficiari: Possono beneficiare dell’aiuto le piccole e medie imprese (PMI) aventi sede operativa in Piemonte.

Determinazione della spesa ammissibile: Il prestito di conduzione, della durata massima di un anno, ha lo scopo di anticipare i capitali necessari per far fronte ai costi dei mezzi tecnici utilizzati nei cicli produttivi aziendali, in attesa del ricavo futuro a seguito della vendita dei prodotti agricoli e zootecnici ottenuti. Per le aziende apistiche l’importo è di 40 euro per alveare.

Limiti del prestito ammissibile: L’importo del prestito di conduzione ammissibile a finanziamento dovrà essere compreso tra un minimo di € 5.000,00 ed un massimo di € 80.000,00.

Intensità dell’aiuto: La D.G.R. n. 11-5559 del 25/03/2013 ha fissato il contributo regionale nell’1% per le imprese ubicate in zona di pianura o di collina e nell’1,5% per quelle ubicate in zona di montagna;

Ha stabilito inoltre che nel caso in cui almeno il 50% dell’importo del prestito sia assistito da garanzia prestata da confidi il contributo sia aumentato di 0,30 punti percentuali.

Leggi dettagli

Furto a La Morra (CN)

Aspromiele -

(10 aprile 2018)

Siamo nuovamente a scrivere di un ennesimo furto, questa volta solo a quindici giorni di distanza dall'ultimo, avvenuto anch'esso in Provincia di Cuneo. Dal monregalese ci spostiamo nel cuore delle Langhe, precisamente nel comune di La Morra, culla del pregiato vino Barolo. Il furto risale con ogni probabilità alla giornata di venerdì o sabato scorso, in quanto le condizioni meteo degli altri giorni avrebbero reso impraticabile l'operazione dei malintenzionati.
In questo caso si è trattato di nuclei pronti per la stagione, il numero di cassettini rubati non supera la decina ma poco importa, indipendentemente dal numero, si tratta sempre - come non ci stancheremo mai di scrivere e denunciare – di un gesto pessimo e di una indegnità ineffabile. Come di consueto, dopo regolare denuncia alle forze dell’ordine, ci impegniamo a diffondere le fotografie del materiale rubato e a chiedere a tutti coloro i quali abbiano qualche informazione in più sull'accaduto di contattarci immediatamente.
Ricordiamo ed esortiamo  ancora tutti gli apicoltori a segnalarci furti, anomalie o movimenti ed operazioni sospette. L’onestà è uno dei valori morali fondamentali cui si ispira e persegue la nostra associazione.

 

Dolce Valle ad Asti e Alba

Aspromiele -

(04 aprile 2018)

Dal 23 al 25 marzo ha avuto luogo la manifestazione Dolce Valle edizione zero che ha visto coinvolte contemporaneamente le città di Asti e Alba. Tre giorni intensi di degustazioni, eventi e chiacchiere a tema. Un grande evento nato e pensato per promuovere un territorio e i sui prodotti “dolci”, partendo dal Moscato, nocciola Piemonte Igp e il miele. L’evento, sostenuto dagli Assessorati all’Agricoltura e al Turismo della Regione, ha visto coinvolti in primis il Consorzio dell’Asti D.O.C.G., il Consorzio Tutela Nocciola Piemonte e Aspromiele.  E’ stata un’ottima opportunità di promozione nel segno del paesaggio e dei prodotti d’eccellenza.
Aspromiele ha partecipato con stand istituzionali sia ad Asti che ad Alba, offrendo degustazioni di miele presso l’honey bar, mini corsi dedicati, chiacchiere dolci: “Dalla parte delle Api - I segreti del miele raccontati da chi lo produce con gioco e degustazione a sorpresa”, giochi didattici ed intrattenimento per bambini. Hanno contribuito ad arricchire la manifestazione con i propri prodotti undici Aziende apistiche presso lo stand di Alba e cinque presso lo stand di Asti. Il meteo non del tutto clemente non ha agevolato l’afflusso di visitatori e la soddisfazione delle aziende ha visto alternarsi giudizi positivi e negativi.
Complessivamente l’organizzazione ha espresso bilancio positivo con la prospettiva di guardare ad una seconda edizione.

Vedi depliant finale

Convocazione ordinaria soci

Aspromiele -

(03 aprile 2018)

L’assemblea dei soci di Aspromiele si terrà in prima convocazione il giorno mercoledì 18 aprile alle ore 6,00 in C.so Crimea 69, Alessandria (IV piano) e in seconda convocazione il giorno giovedì 19 aprile alle ore 18,00 con il seguente Ordine del giorno:
Approvazione relazione del Revisore legale dei conti;
Approvazione bilancio 2017;
Varie ed eventuali

Vedi lettera di convocazione

 

Tetela delle api per un'agricoltura innovativa e sostenibile

Aspromiele -

(19 marzo 2018)

E' nato in questi giorni un nuovo coordinamento tra Agrion, Aspromiele, Piemonte Miele e il Settore Fitosanitario e servizi tecnico-scientifici della Regione Piemonte. Obiettivo: condividere saperi, progetti e idee, accrescere competenze, il tutto per una agricoltura sempre più rispettosa delle api e dunque della biodiversità e dell'ambiente.
I quattro componenti del coordinamento sono infatti soggetti che operano nei loro settori per garantire ricerche e progetti che guardano a un'agricoltura piemontese sostenibile, in grado quindi di coniugare qualità delle produzioni con un impatto limitato sull'ambiente circostante.
Verrà attivato un monitoraggio per diverse macro aree in Piemonte così da poter individuare eventuali casi di criticità.
Inoltre i tecnici di Aspromiele, che già prendono attivamente parte ai coordinamenti regionali del Settore Fitosanitario, saranno invitati ai tavoli di lavoro dei tecnici Agrion così da avviare una nuova metodologia di lavoro che vede i tecnici del settore miele operare in stretta sinergia con i diversi settori ortofrutticoli.

Vedi Comunicato stampa

 

Neonicotinoidi tossici per le api e per…gli umani

Mieli d'Italia -

14 marzo 2018

Élyse Caron-Beaudoin, dell'Istituto nazionale di ricerca scientifica (INRS) del Canada, ha trascorso gli ultimi cinque anni per realizzare uno studio sul loro potenziale impatto sulla salute umana sulle donne in gravidanza e sulle donne con cancro al seno, che sarà pubblicato dalla rivista scientifica Environmental Health Perspectives . 
"A nostra conoscenza, è il primo allarme sull'effetto di neonicotinoidi come perturbatori endocrini negli esseri umani. Questi studi dovrebbero essere fatti prima di consentire l'uso dei prodotti", ha dichiarato Thomas Sanderson della INRS-Institut Armand-Frappier.

Movimentazioni in Lombardia, novità

Aspromiele -

(13 marzo 2018)

La Regione Lombardia ha redatto una nota regionale riguardante tutte le movimentazioni (compravendita, nomadismo) di materiale vivo da e verso la regione stessa.
Il testo integrale è visualizzabile: nota 6-2-2018 e nota 19-1-2018
In particolare per le pratiche di nomadismo da e verso la Lombardia è necessario comunicare e registrare in BDA entro il 15/03/2018 gli spostamenti che si intendono effettuare durante tutta l’annata 2018.
Chiediamo pertanto agli apicoltori interessati che hanno delegato Aspromiele alla gestione della BDA di comunicare entro il 14/03/2018 gli spostamenti da registrare in BDA.

In un tribunale USA Scienza versus Denigrazione delle multinazionali

Mieli d'Italia -

11 marzo 2018

Più di 3000 querelanti hanno denunciato la Monsanto sostenendo che l'esposizione al glifosato ha causato a loro o ai loro familiari il linfoma non Hodgkin
La consapevolezza non è abbastanza diffusa ma i dati sono inequivocabili, infatti oggi: un uomo su due, una donna su tre sviluppano il cancro e i tumori infantili sono in pauroso aumento .
Nei bambini, l'esposizione ai pesticidi è concausa non solo di tumori pediatrici, ma anche di diminuzione delle funzioni cognitive e di problemi comportamentali. Negli adulti, i pesticidi sono collegati al linfoma non-Hodgkin, alla leucemia, al cervello, alla prostata e ad altri tumori.

Furto a Monastero di Vasco (CN)

Aspromiele -

(09 marzo 2018)

Ad un mese esatto dall’ultimo furto che ci è stato segnalato (vedi-link notizia), una segnalazione uguale ma ben più grave per la quantità di casse rubate, è arrivata in questi giorni.
Nel comune di Monastero di Vasco (CN), in una zona protetta da recinzione nei primi giorni di marzo si è consumato un abigeato di alveari che ha visto all’apicoltore sottratti ben 45 nuclei e 35 alveari. Dopo regolare denuncia alle forze dell’ordine ci impegniamo come associazione a denunciare fermamente questo tipo di reato che sicuramente è stato compiuto da altri apicoltori. Ci auguriamo che con le fotografie del materiale rubato e con l’aiuto del passaparola si possa ottenere qualche informazione in più sull’accaduto.
Ricordiamo ed esortiamo tutti gli apicoltori a segnalarci furti, anomalie o movimenti ed operazioni sospette, l’onestà è uno dei valori morali fondamentali cui si ispira e persegue la nostra associazione.

Apimell 2018: "Il Valore delle Api"

Apitalia -

L'apicoltura italiana si è accorta, solo in questi ultimi anni, del valore che rappresenta il polline. Quello delle api è un indispensabile alimento proteico che regola la vita all’interno dell’alveare, ma anche una risorsa naturale preziosa per l’alimentazione umana. E’ in quest’ottica che, per la prima...

Pagine