Notizie

Piemonte: i casi di avvelenamento continuano

Aspromiele -

(07 aprile 2019)

 

Negli ultimi giorni, da alcuni apicoltori sono stati segnalati nuovi eventi di morie di api nell'Alessandrino, prima presso il comune di Castelletto d'Orba poi ad Acqui Terme. Gli apiari interessati sono complessivamente tre. Le morie sono state denunciate all'Asl di competenza e i campioni di api prelevati sono stati inviati al laboratorio per analisi ufficiali.

I sintomi riscontrati dagli apicoltori sono riconducibili presumibilemente all'avvelenamento: api tremolanti con le convulsioni, incapaci di volare, eliminate dagli alveari dalle compagne. Molte le bottinatrici moribonde con polline sulle zampe.

URGENTE LA SOSPENSIONE PRECAUZIONALE DELL'AUTORIZZAZIONE D'USO DELL'INSETTICIDA MESUROL 500 FS

Mieli d'Italia -

Sabato 6 aprile 2019

Comunicato stampa

Legambiente e Unaapi su moria api in Friuli Venezia Giulia per uso non conforme di fitofarmaco e ipotesi di reato di inquinamento ambientale secondo la legge 68/2015
Le due associazioni: “URGENTE LA SOSPENSIONE PRECAUZIONALE DELL'AUTORIZZAZIONE D'USO DELL'INSETTICIDA MESUROL 500 FS"

Un ennesimo caso di autorizzazione di molecole di sintesi pericolose per la biodiversità nei campi. Così Legambiente e Unaapi commentano il prosieguo dell’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Udine che interviene sulle modalità di impiego dell’insetticida Methiocarb che, contenuto nel formulato Mesurol 500 FS prodotto da Bayer, è solitamente usato come conciante dei semi di mais e di elevata tossicità per le api nonostante sia legale. 
E nel giorno in cui in Friuli Venezia Giulia gli agricoltori scendono in piazza a Udine sostenendo che le varie inchieste giudiziarie degli ultimi anni abbiano danneggiato l’immagine dell’agricoltura friulana che oggi vive una situazione di difficoltà,LEGAMBIENTE E UNAAPI INVECE RIBADISCONO IL LORO SOSTEGNO ALL’INCHIESTA AVVIATA DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI UDINE. 

Furti 2018, ecco dove sono avvenuti

Aspromiele -

(02 aprile 2019)

Le segnalazioni arrivate dai soci dicono principalmente due cose.
La prima è che c'è stato un territorio particolarmente colpito, quello tra astigiano e cuneese, dove è ancora più importante prestare la massima attenzione.
La seconda è che rispetto al 2017 le segnalazioni si sono dimezzate (circa due dozzine nel 2017, sono state una dozzina nel 2018).
Questa diminuzione potrebbe essere il risultato del continuo lavoro di sensibilizzazione che Aspromiele sta portando avanti per arginare il fenomeno dei furti, testando i sistemi antifurto, attivando convenzioni con chi commercializza questi strumenti, studiando le norme che ne regolano l'utilizzo, aggiornando tempestivamente gli apicoltori sulle segnalazioni di furto e allarmando quelli che operano nelle zone divenute a rischio.     
Le segnalazioni possono essere fatte ai tecnici o tramite la mail dedicata: monitoraggio.furti@aspromiele.it
Ricordiamo che le segnalazioni sono fondamentali per poter quantificare e documentare il fenomeno, in modo da cercare le migliori strategie per contrastarlo.

Vedi mappa 2018

 

1° edizione "Apiario d’Autore" a Orta San Giulio (NO)

Aspromiele -

(26 marzo 2019)

Sabato 13 e domenica 14 aprile, presso l'hotel Bocciolo di Via Domodossola 26: artisti a sostegno dell'ambiente, per sensibilizzare il grande pubblico al mondo delle api attraverso l'arte.
"Apiario d’Autore" significa intervenire attivamente in sostegno dell’ambiente, salvaguardare la natura nell’interesse di tutti e un nuovo modo di visualizzare l’apiario: non solo un insieme di “casette” colorate collocate sul territorio ma anche un’opera d’arte che si integra in modo armonioso con il paesaggio
La proposta è volta alla sensibilizzazione del mondo dell’ape attraverso l’arte, è rivolta a tutti gli amanti della natura e dell’arte, ai buongustai, a chi ama i prodotti genuini, a chi è consapevole dell’importanza che rivestono le attività ecocompatibili per la difesa della natura. Impreziosite e rese uniche da tecniche grafiche e pittoriche degli artisti coinvolti, le arnie simboleggeranno l’importanza delle api come sentinelle dell’ambiente e per la continuità delle risorse alimentari del pianeta e “l’opera d’arte” che da millenni riesce a creare questo straordinario imenottero.

Comunicato Osservatorio Nazionale Miele: cambia da 44 a oltre 260 euro il valore della produzione standard per alveare

Mieli d'Italia -

22 marzo 2019

Il valore del RLS (Reddito Lordo Standard) fissato in 44 euro nel 2010, indifferentemente per tutte le regioni del nostro paese, costituiva palesemente un errore macroscopico nella valutazione delle potenzialità produttive dell’apicoltura italiana, un errore che costituiva un oggettivo impedimento per gli apicoltori, o aspiranti tali, all’accesso dei benefici previsti dai Piani Regionali di Sviluppo (PSR)
Con un’attività condotta congiuntamente da Crea PB (Politiche e Bioeconomia) e Osservatorio Nazionale Miele, unitamente a UNAAPI e CONAPI sono stati elaborati nuovi valori per ciascuna delle regioni italiane.
EUROSTAT ha validato tali valori pubblicati insieme ai parametri delle altre filiere nel sito della RICA Italiana, alla pagina relativa alle Produzioni Standard (PS) per la "serie 2013", distinti per Regione/Provincia Autonoma. La nuova serie delle Produzioni Standard potrà quindi essere utilizzata dalle Autorità di Gestione dei PSR per l'attuazione di alcune misure dello sviluppo rurale 2014-2020.

Di seguito la tabella dei nuovi valori suddivisi per regione:

Marzo 2019, altra raffica di furti, modalità diverse

Aspromiele -

(22 marzo 2019)

Colpiti l'alessandrino, il cuneese e il novarese.
4 alveari a Carrosio (AL) e 5 a Visone (AL): in questi casi ne sono stati portati via solo alcuni, risparmiandone altri.
25 favi di scorte a Cerano (NO): risparmiati quelli di covata.
50 nuclei a Mondovì (CN): qui non è stato risparmiato niente.

 

Altri due furti in provincia di Alessandria

Aspromiele -

(19 marzo 2019)

A Vignale monferrato sono stati rubati 5 alveari; a Pontecurone 10. Quest'ultimo furto si è svolto in due tempi, prima sono stati sottratti 4 alveari, un paio di settimane dopo altri 6.
In entrambi i casi è stata fatta denuncia.

Caso di sospetto avvelenamento in provincia di Novara

Aspromiele -

(18 marzo 2019)

 

 

La primavera è quasi arrivata e, ovunque, le prime fioriture sono già in corso. In contrapposizione a quest’immagine idilliaca siamo costretti a riportare il primo caso dell’anno di sospetto avvelenamento.

Giovedì 14 marzo, è stata segnalata ad Aspromiele una moria di api anomala davanti ad alcuni alveari posizionati, solo da pochi giorni, in comune di Dormelletto (NO); davanti all’ingresso degli alveari e sul terreno circostante, l’apicoltore ha notato mucchietti di api morte con ligula estroflessa, api tremolanti ed incapaci di volare tra le quali molte bottinatrici con polline sulle zampe posteriori. I sintomi rilevati sono riconducibili presumibilmente ad avvelenamento. Un campione di api morenti è stato inviato al laboratorio di analisi, siamo in attesa dei risultati.

Convegno Regionale di Apicoltura

Apitalia -

FAI Veneto e APAT - Apicoltori in Veneto organizzano per domenica 17 marzo 2019 l'annuale Convegno Regionale di Apicoltura. Di rilievo gli interventi in programma: Antonio Felicioli dell'Università di Pisa e Aldo Metalori, Apicoltore professionista, tratteranno di polline e propoli. Raffaele Cirone, Presidente della FAI -...

Il consiglio direttivo Unaapi si rinnova

Mieli d'Italia -

Venerdì 15 marzo

Domenica 3 marzo si sono svolte le elezioni per il rinnovo del direttivo Unaapi.

Giuseppe Cefalo è stato riconfermato Presidente. Diventa vicepresidente Paola Bidin (Arpat Toscana).

Consiglieri: Lidia Agnello (Aspromiele), Davide Bosio (Aspromiele), Andrea Casaretto (AAPI), Armando Lazzati (Apilombardia), Anna Ganapini (Associazione Apicoltori Reggio Parma), Roberto Reggiani (Associazione Apicoltori Reggio Parma), Luigi Albo (APROCAL Calabria), Giorgio Baracani (Associazione Apicoltori Felsinei Le Nostre Api), Daniele Greco (ARAP Puglia), Giovanni Caronia (ARAS Sicilia), Luigi Iacovanelli (Ass. Apicoltori Professionisti d'Abruzzo), Pancrazio Benevento (Associazione Apicoltori Lucani), Pietro Maggiorelli (Arpat Toscana), Angelo Petretta (APAS Campania).

Probiviri: Francesco Panella, Dario Trucco (ARAM Molise), Nino Schirra (Apiaresos Sardegna)

Tesoriere: Vanni Floris (Arpat Toscana).

Nuovo furto a Gattinara (VC)

Aspromiele -

(14 marzo 2019)

Si stanno ripetendo i furti intorno al comune di Gattinara, prestare attenzione.
L'ultimo furto è stato di 6 alveari, altri 2 alveari sono collassati perchè gli ingressi erano stati tappati ma gli alverai non sono stati rubati.
È stata fatta denuncia, fondamentale se si vuole avere dati per chiedere alle forze dell'ordine una specifica vigilanza.
Sui tetti degli alveari rubati ci sono delle scritte rosse.
Anche sui telai del nido sono scritti dei numeri e la sigla "AD".

Furto a Caramagna P.te (CN)

Aspromiele -

(12 marzo 2019)

Sarà la primavera anticipata oppure il triste fatto che, come asserisce Einstein, la stupidità umana non ha limiti, che purtroppo siamo a segnalare la prima notizia del 2019 riguardante la piaga dei furti di alveari.
Il 3 marzo scorso nel comune di Caramagna P.te (CN) è avvenuto il furto di 16 alveari di nuova fabbricazione e di famiglie in ottimo stato di salute. L’apicoltore ha avuto l’impressione che i delinquenti abbiano avuto molto tempo di manovra, in quanto hanno scelto e selezionato le migliori famiglie e asportato anche i panetti di candito dalle casse rimanenti. Non contenti hanno rubato addirittura gli elementi in legno delle banchette poste a sostegno degli alveari. E' stata sporta denuncia. Come sempre invitiamo coloro i quali possano avere informazioni in merito di contattarci senza esitazione.

Controlli e sanzioni Bda

Aspromiele -

(12 marzo 2019)

Comunichiamo che sono iniziati i controlli ufficiali e le sanzioni da parte delle autorità competenti sugli adempimenti per l’iscrizione in Banca Dati Apistica (BDA) come previsto dal D.M. 04/12/2009 e dal Manuale operativo per la gestione dell'anagrafe apistica nazionale (D.M. 11-08-2014). A tal proposito, come annunciato già durante gli appuntamenti formativi specifici e negli incontri zonali coi soci in questi anni, esortiamo tutti a prestare particolare attenzione alle scadenze della denuncia annuale di censimento apistico (1° novembre 31 dicembre) e registrare in BDA il possesso anche solo di un alveare. Le sanzioni ci sono e sono economicamente importanti (Vedi allegato).

"Come salvare le api", 40° Convegno dell'Apicoltura pordenonese

Apitalia -

Domenica 10 marzo 2019, negli spazi di Pordenone Fiere, si terrà il 40° Convegno dell'Apicoltura Pordenonese dal tema "Come salvare le api". Interventi di Pierbruno Mutton, Presidente del Consorzio Apistico Pordenone (Associato FAI) e Stefano Zanier, Assessore alle risorse agroalimentari. Presentando all'ingresso del quartiere fieristico il...

Pagine