L'attività

La produzione

Premi e Riconoscimenti

Vincitrice dei Concorsi:

  • Apeparchi  2007 - Mieli dei Parchi d'Italia
  • TRE GOCCE D'ORO 2001 - Grandi Mieli d'Italia

Azienda aderente al Marchio "Sapore di Campania"


La storia dell'imprenditrice Adriana Ferrigno raccontata nel libro "Di lava e d'acciaio" di Francesca Vitelli.

 

Aggregatore di feed

Domenica 29 maggio al Parco Faunistico

Apitalia -

Domenica 29 Maggio 2016: una domenica che in molti zoo italiani sarà dedicata al mondo degli invertebrati. Al Parco Faunistico Valcorba (PD) gli amici Apicoltori dell'APAT accompagneranno i visitatori alla scoperta del meraviglioso mondo delle api, questi insetti fondamentali per il mantenimento degli ecosistemi e...

APIMELL 2017

Apitalia -

Sabato 24 e domenica 25 ottobre 2015 alla Fiera di Piacenza va in scena l’Edizione Speciale di APIMELL, la mostra mercato dedicata al mondo delle api e del miele. APIMELL Expo Special Edition sarà un appuntamento imperdibile per grandi e piccoli, e tutti quanti vogliono...

Corso di perfezionamento di 1° livello in analisi sensoriale del miele

Apitalia -

Centro Consorzi di Belluno, ente accreditato dalla Regione Veneto per i settori dell’obbligo formativo, della formazione continua, della formazione superiore e, da luglio 2011, dell’orientamento, ha organizzato un "Corso di perfezionamento in analisi sensoriale del miele" articolato in 3 giornate e che si terrà a...

Furto nuclei a Rocca d’Arazzo (AT)

Aspromiele -

(16 febbraio 2018)

Siamo ormai prossimi all’inizio di una nuova annata apistica ed ecco che ritorna alla ribalta il problema furti. Ci segnalano che presso un apiario in località Rocca d’Arazzo, comune dell’astigiano, nei primi giorni di febbraio è avvenuto un furto di 40 nuclei.  Purtroppo dopo annate così difficili per le produzioni apistiche ulteriori danni causati da persone senza scrupoli rischiano di mettere in seria difficoltà il settore. 

Servizio di consulenza on-line sul polline d’api

Aspromiele -

(06 febbraio 2018)

La produzione del polline d’api in questi ultimi anni riscuote sempre più interesse da parte degli apicoltori, Aspromiele ha seguito la crescita di questa pratica sviluppando un’attività di ricerca e consulenza per accompagnare la crescita professionale delle aziende che hanno visto in questo prodotto dell’alveare una nuova opportunità professionale. Oggi l’apicoltura italiana ha acquisito una sufficiente conoscenza delle tecniche di produzione, conduzione degli alveari e della gestione del polline sotto il profilo igienico-sanitario, ma poco sappiamo su ciò che questo prodotto rappresenta come alimento e quali interazioni può avere sull’organismo umano.
Ancora molti sono i dubbi e le perplessità che ci colgono di fronte alle domande che il consumatore ci pone: spesso non sappiamo rispondere e ci avventuriamo in improbabili ricerche in rete o nella lettura di quei pochi e difficili testi che ci possono fornire qualche indicazione.
Per migliorare le nostre conoscenze sugli aspetti nutrizionali e la capacità di fornire indicazioni corrette e veritiere ai nostri clienti, Aspromiele ha avviato un servizio di consulenza gratuita, esclusivamente rivolto agli apicoltori associati, curato dalla biologa-nutrizionista dott.ssa Michela Del Torchio, nostra consulente sull’aspetto nutrizionale e coautrice della brochure sul polline realizzata da Aspromiele.
Michela Del Torchio sarà contattabile al seguente indirizzo e-mail: michela.deltorchio@aspromiele.it per rispondere alle domande degli apicoltori, riguardanti le caratteristiche alimentari del polline d’api.
Questo servizio di consulenza, realizzato a titolo sperimentale, sarà attivo per tutto il 2018. Si raccomanda alle persone interessate di indicare sempre il proprio nominativo e indirizzo o ragione sociale e sede aziendale.

Armi letali

Mieli d'Italia -

27 gennaio 2018

Ci sono due armi letali, che messe assieme causano “terremoto e traggedia”, come direbbe Abatantuono. Facciamoci una risata ora, perché la notizia è purtroppo seria: i danni dei pesticidi sono fortemente amplificati da una scarsa alimentazione. Questa è la scoperta fatta dal gruppo di ricerca Italiano e USA, recentemente pubblicata (qui, e qui) nella prestigiosa rivista Proceedings of the Royal Society B. Superficialmente, parrebbe una notizia scontata, ma non lo è (arrivate al punto in cui la mortalità delle api aumenta del 50%...).

L'apicoltura professionale si incontra in Campania

Mieli d'Italia -

24 gennaio 2018

Dal 31 gennaio al 4 febbraio Paestum (SA) accoglierà cinquecento operatori da tutta Italia e dall'estero.
Workshop, approfondimenti, corsi, visite aziendali questi i momenti salienti del 34° Congresso Aapi

Sarà la Regione Campania, quest’anno, a ospitare il trentaquattresimo congresso AAPI, l'Associazione Apicoltori Professionisti Italiani che chiama a raccolta tutta l'apicoltura professionale italiana a Paestum, in provincia di Salerno, dal 31 gennaio al 4 febbraio prossimi.

Apitalia 1-2/2018

Apitalia -

Il 2018 sarà l’anno della Giornata Mondiale delle Api. L’auspicio di tutti gli operatori
 è che sia un anno di recupero sotto il profilo della salubrità
 e della produttività degli alveari. Parte così, con Apitalia, la nuova annata apistica. Dedicato ad un evento che ha visto le...

Censimento 2017

Aspromiele -

(11 gennaio 2017)

Sebbene il Ministero della Salute non abbia notificato alcuna proroga per la data di registrazione dei censimenti 2017 si informa che il sito dell'Anagrafe Apistica non blocchera' le registrazioni tardive. E' pero' importante che la data di censimento faccia riferimento al periodo novembre-dicembre 2017 (anche se registrata nel gennaio 2018).

 

Anagrafe apistica nazionale: nuovo decreto sulle movimentazioni

Aspromiele -

(11 gennaio 2017)

In data 22 novembre è stato convalidato un nuovo decreto a firma congiunta del Direttore Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute e del Direttore Generale dello sviluppo rurale del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali , che contiene disposizioni e indicazioni per la comunicazione e registrazione nella Banca Dati Apistica Nazionale (BDA) delle movimentazioni sul territorio nazionale di materiale apistico vivo.

In sintesi il decreto dispone che:

    1) devono essere registrate in BDA tutte le movimentazioni di alveari, pacchi d'ape o api regine, effettuati a qualsiasi fine, comprese quelli per attività di nomadismo o per servizio di impollinazione;
    2) la registrazione non è necessaria per gli spostamenti da e verso apiari, di proprietà dello stesso apicoltore, che avvengono all’interno della stessa provincia e non determinano l’attivazione o disattivazione di un apiario;
    3) le informazioni riguardanti la movimentazione devono essere registrate in BDA prima di iniziare lo spostamento o contestualmente all’inizio dello stesso;
    4) queste informazioni possono essere modificate o integrate nei sette giorni successivi alla movimentazione;
    5) le movimentazioni di api regine possono essere comunicate con cadenza mensile e in maniera cumulativa (entro la fine del mese successivo a quello in cui si sono verificate le movimentazioni);
    6) gli apicoltori possono identificare le singole arnie mediante un codice costituito dal codice identificativo dell’allevamento seguito da un codice univoco identificativo dell’arnia;
    7) il decreto diventa pienamente operativo allo scadere dei 180 giorni successivi alla sua entrata in vigore (indicativamente il 21 maggio 2018).

Qui il testo del decreto interdirettoriale

Luca Mercalli racconta le api

Mieli d'Italia -

11gennaio 2018

In occasione del seminario di Piemonte Miele del 1 dicembre 2017, tra i relatori era presente anche Luca Mercalli, climatologo e Presidente della Società Meteorologica Italiana.

Il dott. Mercalli è rimasto molto colpito dalle problematiche legate al mondo dell'apicoltura, in particolare dall'argomento pesticidi, e si è dichiarato disposto a diffonderli tramite i suoi canali di comunicazione per sensibilizzare il grande pubblico.
Il testo che segue è scritto da Claudio Porrini e sottoscritto  congiuntamente dai presidenti di Unaapi, Aspromiele e Piemonte Miele.

Corsi di Formazione e Aggiornamento in Apicoltura in Veneto

Apitalia -

Corso specialistico "Miele, Polline, Propoli" con Lucia Piana e Aldo Metalori e 4 Corsi di Formazione e Aggiornamento a Conselve (PD), Silea (TV), Vazzola (TV) e Seren del Grappa (BL): è questa la qualificata e autorevole proposta dell'APAT, la prima e più rappresentativa Organizzazione degli...

Anagrafe apistica nazionale:censimento 2017

Mieli d'Italia -

2 gennaio 2018

Nel fare a tutti i migliori auguri per il nuovo anno appena a cominciato, riportiamo di seguito la news presente nel sito dellanagrafe apistica nazionale :

CENSIMENTI APIARI 2017 Sebbene il Ministero della Salute non abbia notificato alcuna proroga per la data di registrazione dei censimenti 2017 si informa che il sito dell'Anagrafe Apistica NON blocchera' le registrazioni tardive. E' pero' IMPORTANTE che la data di censimento faccia riferimento al periodo novembre-dicembre 2017 (anche se registrata nel gennaio 2018)

 

 

Furti nel canavese, attenzione!

Aspromiele -

(29 dicembre 2017)

Si stanno ripetendo le segnalazioni di furti di alveari, tentati o riusciuti, nel canavese, provincia di Torino. Tutti coloro che posseggono alveari in questo territorio pongano particolare attenzione.   

Avvelenamento a Verbania, arrivate le analisi

Aspromiele -

(22 dicembre 2017)

Riprendiamo la notizia del sospetto avvelenamento segnalato da un nostro socio a Verbania nel novembre scorso: http://www.aspromiele.it/index.php/archivio-prima-pagina/20052-apicoltura/20844-avvelenamento-a-verbania.
Sul campione di api raccolto dall’apicoltore, sono state effettuate  analisi sia dall’istituto zooprofilattico che dal laboratorio di  riferimento per Aspromiele.
Il laboratorio dell’istituto zooprofilattico ha ricercato 5 principi attivi e non ha riscontrato valori anomali. Il laboratorio consultato da Aspromiele, invece, ha effettuato analisi ricercando 110 principi attivi. L’unico principio attivo trovato in quantità superiore a quelle rilevabili è il piperonyl butoxide, una sostanza commercializzata come coadiuvante di alcune molecole insetticide (nello specifico, in Italia, si tratta soprattutto di piretro naturale o piretroidi) per uso agricolo o biocida.
Se valutato da solo, il piperonil presenta una tossicità verso l’ape mellifera classificata come ‘Moderatamente tossica’ dal Pesticide Action Network Pesticide Database (http://www.pesticideinfo.org/). Inoltre, in base ad alcuni studi pubblicati, viene riportata un’azione sinergica (ovvero di incremento di tossicità) tra il piperonyl e alcune molecole insetticida formulati all’interno dello stesso prodotto. Dal punto di vista ecotossicologico, a questa sostanza vengono associati valori di tossicità acuta (DL50 > 25 µg/ape) mentre sono ancora poco noti i dati di tossicità subacuta o cronica.
Visto che il piperonil in Italia viene commercializzato prettamente insieme ad altre molecole insetticide, risulta particolarmente complicato stabilire se la mortalità registrata a Verbania sia stata

Il Convegno annuale di Aspromiele 2017 conferma le aspettative

Aspromiele -

(04 dicembre 2017)

Relazioni chiare, interessanti e concise. Questi sono i ritorni dei tantissimi apicoltori seduti domenica 26 Novembre in platea al cinema-teatro di Oleggio (NO).
Lidia Agnello, Presidente di Aspromiele, intervenuta dopo i saluti delle Istituzioni, ha aggiornato i presenti sul successo dell’associazione in merito alle domande di aiuto per i danni causati dalle gelate della primavera 2017.     
Il Convegno, moderato dal Vicepresidente Davide Bosio, è proseguito con la relazione di Marco Bergero sul biomonitoraggio con le api realizzato da Aspromiele, un lavoro notevole che mette in luce l’impatto dei pesticidi agricoli sul sistema alveare e che rende improrogabile l’avvio di una nuova fase di coesistenza fra agricoltura e apicoltura.

Domanda gelate primavera 2017

Aspromiele -

(01 dicembre 2017)

Grazie all’interessamento di Aspromiele, la Regione Piemonte ha ora provveduto ad adeguare la piattaforma informatica di Sistema Piemonte. Attualmente è quindi possibile, anche per le aziende apistiche, procedere con la compilazione della domanda per i danni da avversità atmosferiche: è sufficiente essere in possesso di fascicolo aziendale e vi consigliamo di rivolgervi presso un CAA, Centro di Assistenza Agricola.
Allo scopo pensiamo possa essere di aiuto fornirvi il seguente elenco di dati da portare con voi all’appuntamento:
- censimenti triennio 2014/2016  oppure quinquennio 2012/2016 (sommatoria di alveari)
- produzione/anno delle stagioni:  triennio 2014/2016  oppure quinquennio 2012/2016
- prezzo medio di vendita triennio 2014/2016  oppure quinquennio 2012/2016
- quantità di miele prodotto nel 2017 (inteso come dato globale, non ripartito per tipologia di miele)
- prezzo medio di vendita 2017, distinto tra ingrosso e dettaglio
Al momento il sistema non prevede altri prodotti diversi dal miele, tuttavia, qualora l’azienda reputi di aver subito il danno anche su altre produzioni apistiche, è possibile integrare a parte la domanda con i relativi dati, secondo lo schema sopraindicato per il miele.

Anagrafe apistica nazionale:nuovo decreto sulle movimentazioni

Mieli d'Italia -

28 novembre 2017

In data 22 novembre è stato convalidato un nuovo decreto a firma congiunta del Direttore Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute e del Direttore Generale dello sviluppo rurale del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali , che contiene disposizioni e indicazioni per la comunicazione e registrazione nella Banca Dati Apistica Nazionale (BDA) delle movimentazioni sul territorio nazionale di materiale apistico vivo.

In sintesi il decreto dispone che:

  1. devono essere registrate in BDA tutte le movimentazioni di alveari, pacchi d'ape o api regine, effettuati a qualsiasi fine, comprese quelli per attività di nomadismo o per servizio di impollinazione;
  2. la registrazione non è necessaria per gli spostamenti da e verso apiari, di proprietà dello stesso apicoltore, che avvengono all’interno della stessa provincia e non determinano l’attivazione o disattivazione di un apiario;
  3. le informazioni riguardanti la movimentazione devono essere registrate in BDA prima di iniziare lo spostamento o contestualmente all’inizio dello stesso;
  4. queste informazioni possono essere modificate o integrate nei sette giorni successivi alla movimentazione;
  5. le movimentazioni di api regine possono essere comunicate con cadenza mensile e in maniera cumulativa (entra la fine del mese successivo a quello in cui si sono verificate le movimentazioni);
  6. gli apicoltori possono identificare le singole arnie mediante un codice costituito dal codice identificativo dell’allevamento seguito da un codice univoco identificativo dell’arnia;
  7. il decreto diventa pienamente operativo allo scadere dei 180 giorni successivi alla sua entrata in vigore (indicativamente il 21 maggio 2018).

Qui il testo del decreto interdirettoriale

Convegno annuale ARAL

Apitalia -

Domenica 26 Novembre 2017 ore 09:00, presso C.R.E.A. - Sala Quaquarelli in Via C.G.Bertero, 22 - 00156 Roma si terrà il CONVEGNO ANNUALE A.R.A.L. interverranno: Francesco Faggioli (Responsabile CREA di Roma), Vincenzino Rota (Presidente Confagricoltura Roma), Vittorio Di Girolamo (Presidente ARAL), Riccardo Terriaca (VolAPE), Emanuele Appodia e...

Pagine